Tumore all'ovaio: interventi chirurgici eseguiti in un anno

Indice

Descrizione indicatore

L’indicatore ci consente di calcolare il numero di interventi chirurgici per tumori maligni dell’ovaio eseguiti in un anno in una struttura ospedaliera.

Questo numero rappresenta il "volume" di interventi (indicatore di "volume").

Come si legge

L’indicatore si riferisce al grado di "competenza" e di "sicurezza" delle cure prestate.

Più alto è il numero di interventi chirurgici per tumori maligni dell’ovaio eseguiti in una struttura ospedaliera, maggiore è il grado di esperienza della struttura stessa e la sicurezza del trattamento offerto.

Fonte del dato

Programma Nazionale Esiti 2023.
Confronto tra strutture calcolato su dati 2022.

Nota bene: per tener conto di errori nell’attribuzione di condizioni/interventi a singoli ospedali, sono state escluse dalle analisi tutte le strutture con volumi di attività molto bassi in relazione alla condizione considerata (volume di attività minimo 5 casi/anno).

Valutazione istituzionale

Il Gruppo di lavoro del Programma Nazionale Esiti ha stabilito che un ospedale dovrebbe eseguire almeno 20 interventi all’anno per tumore maligno all’ovaio.
 
Valutazione Istituzionale
Il semaforo è calcolato sulla base del seguente documento ufficiale: Consulta le strutture sanitarie che effettuano in un anno il maggior numero di interventi chirurgici per tumori all’ovaio

Altre informazioni

Codici ICD-9-CM selezionati
Sono inclusi tutti i ricoveri, in regime ordinario, con diagnosi principale o secondaria di tumore maligno dell’ovaio (ICD-9-CM 183.x) ed intervento principale o secondario di ovariectomia mono- e bi-laterale, salpingo-ovariectomia mono- e bi-laterale, salpingectomia totale mono- e bi-laterale, altra salpingectomia, eviscerazione pelvica (ICD-9-CM 65.3x, 65.4x, 65.5x, 65.6x, 66.4, 66.5x, 66.6, 68.8).
 
Il volume di ricoveri per interventi chirurgici è calcolato su base annuale, riferito all’anno di dimissione del ricovero.

 
Per saperne di più sulla patologia:
Consulta l'articolo sull'Enciclopedia Medica


Fonti scientifiche